.
Annunci online

  oggettivista [ Libertà individuale senza compromessi ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


Il Fazioso Liberale
L'opinione
Ideazione
Ragion Politica
Svi Pop
Pepe
Comitati per le Libertà
The Objectivist Center
Capitalism Magazine
The Intellectual Activist
Libero Pensiero
Italia Laica
Krillix
Orso di Pietra
Walking Class
Drusillo
The Right Nation
Aldo Torchiaro
Il Camillo
Conservatore compassionevole
Heritage Foundation
Cato Institute
Radio Free Europe
Memri
Rudolph Rummel
Istituto Bruno Leoni
Bertoldino
Laura Lodigiani
Asia News
Bruges Group
Le Guerre Civili
JimMomo
Mises
Semplicemente Liberale
Happy Trails
Storia Libera
Calamity Jane
Pinocchio
Riccio
Phastidio
Rebirth of Reason
Libertarian
Liberali per Israele

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


10 novembre 2005

Tutte le bufale sulle armi chimiche americane

Gli Americani, dopo la II Guerra Mondiale, non hanno mai impiegato armi di distruzione di massa. Eppure tutti fanno a gara per attribuire agli Americani l’uso di armi chimiche contro il nemico e contro i civili. Nella Guerra di Corea (1950-1953) L’Unità aveva dedicato un fracco di servizi sul lancio di armi batteriologiche contro la Corea del Nord. Ironia (?) della sorte: gli unici a usare armi batteriologiche in quella guerra, nel modo più allucinante possibile, furono proprio i Nordcoreani, i quali provvidero a infettare alcuni loro prigionieri e a inviarli nel Sud.
Durante la Guerra del Vietnam gli Americani furono accusati (non solo dall’Unità, ma da quasi tutta la stampa europea e americana) di aver fatto uso massiccio di armi chimiche. Al punto che sul manuale di storia di Salvadori, si legge (quando lo avevo studiato io nei primi anni ’90) che gli americani fecero ricorso a tutte le armi e i metodi di sterminio a loro disposizione. Tranne le armi nucleari. Sul Vietnam ce l’hanno menata per mezzo secolo con l’Agente Arancio e i diserbanti che sarebbero stati lanciati su foreste e popolazioni indifese, creando danni che durano tuttora. I dati confermerebbero che gli Americani hanno condotto tutt’altra guerra: non hanno mai usato gas, se non lacrimogeni (consentiti dalla convenzione di Ginevra) per costringere i Nordvietnamiti a uscire dalle loro gallerie. I diserbanti sono stati lanciati su foreste disabitate e hanno portato alla distruzione di circa il 10% della foresta pluviale locale. Per crimini di guerra (uccisione a freddo di civili e bombardamenti indiscriminati) gli Americani in Vietnam hanno fatto, in tutto, circa 6000 morti. I Nordvietnamiti, prima e dopo la guerra, hanno sterminato a sangue freddo un milione e mezzo di civili inermi. Ma nessuno ne parla.
Durante la Guerra nei Balcani gli Americani sono stati accusati per l’uso di proiettili all’uranio impoverito. Sono armi convenzionali accusate di essere “sporche” e di provocare tumori a chi si avvicina ai carri da esse distrutti. Ma i soldati vittime della “sindrome dei Balcani” sono morti di tumore alla tiroide e non c’è alcuna connessione tra l’uranio impoverito e il tumore alla tiroide. Quel materiale, stando a quanto mi ha descritto un radio-protettore, è veramente pericoloso solo se te lo mangi a cucchiaiate.
Nella Guerra in Iraq, fino ad adesso gli Americani sono stati accusati per l’uso di bombe a frammentazione, che lasciano in giro tante granate inesplose. La bomba a frammentazione, se lanciata contro un’unità militare è un’arma convenzionale usata contro un obiettivo convenzionale e non vedo perché debba far scandalo. Se dopo mesi, su quello che era un campo di battaglia, un bambino gioca con un tubo giallo (che si vede lontano un miglio che non è un giocattolo) che si può fare? Scrivere in arabo “tenere lontano dalla portata dei bambini” su ogni singola bomba sganciata?
Adesso questa notizia-shock delle bombe al fosforo usate dagli Americani a Falluja mi sa tanto di bufala, se non altro proprio per questa valanga di bufale che l’hanno preceduta. Mi sa tanto che è il nuovo babau americano da sostituire a quello (troppo poco sensazionalista) delle bombe a frammentazione e a quello (screditato) dell’uranio impoverito. E però nessuno fa vedere le camere di tortura degli Islamisti a Falluja? E i torturati che gli Americani hanno liberato?




permalink | inviato da il 10/11/2005 alle 15:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa

sfoglia     ottobre        dicembre


Blog dedicato ad Ayn Rand
(1905-1982)